Contatti Rapidi

Sede Talamone
Tel. +39(0)564.88.70.30
Fax. +39(0)564.88.70.21
info@bluepoint.it
Filiale Riva di Traiano
Tel./Fax. +39(0)766.18.92.334
dany.bluepoint@gmail.com
Cantiere
Tel. +39(0)564.88.53.49
Cell. +39 331.73.46.555
marco@bluepoint.it
Pubblicata il 23 Marzo 2016

Che cos'è lo Yacht Sharing?

   

 

Che cos'è lo Yacht Sharing?

Andiamo a scoprire insieme cos'è lo Yacht Sharing e quali sono i suoi vantaggi.

In questo periodo di crisi economica e di terrorismo fiscale, stanno emergendo nuove formule nel settore dello yachting e nel chartering, che hanno il loro appeal sia nei confronti dell’utilizzatore finale, al quale offrono soluzioni più complete del semplice noleggio, che nei confronti degli armatori, ai quali offrono riduzione od annullamento totale dei costi relativi alle loro imbarcazioni, ed un impiego delle imbarcazioni stesse che riduce le "ansie da redditometro".

E’ fra queste formule che possiamo inquadrare lo ‘yacht sharing’, che ricalca sia i lineamenti della classica multiproprietà, intesa come l'attribuzione ad un soggetto di un diritto di utilizzazione turnaria di un bene, limitatamente ad un periodo specifico dell'anno, o del time-sharing, inteso come l’acquisto di periodi prefissati di vacanza in multiproprietà, senza un’identificazione preventiva del bene da fruire.

Lo yacht sharing può assumere varie forme e tipologie. Molto interessante appare la formula che permette all’utilizzatore di avere a disposizione uno yacht per alcune settimane (4/5) nel corso della stagione estiva, per una sola stagione, ad un costo di poco superiore a quello del noleggio per una singola settimana della stessa imbarcazione.

Ma vediamo nel dettaglio i lineamenti dell’operazione ed i benefici per le parti coinvolte. Lo yacht sharing è in pratica un contratto di charter per 5 settimane distribuite nel corso della stagione estiva (maggio-ottobre). Dopo tutto, molti yachters usano la loro barca solo pochi weekend o settimane ogni anno ed il costo apparentemente alto per noleggiarne una è minimo se comparato a quello necessario per possederne una e mantenerla per tutto l’anno.

Averne la disponibilità per varie settimane da’ inoltre all’utente quel senso di proprietà e di conoscenza della barca che il puro noleggio non può dare, e la possibilità di sfruttarla in vari modi: una settimana con gli amici, una con la famiglia, una per la pesca, etc., senza preoccupazioni e con la certezza di avere l’imbarcazione sempre in perfetto ordine e pronta a salpare. Qualora poi l’utente fosse impossibilitato ad utilizzare la barca in uno o più periodi, esiste sempre la possibilità di sub-noleggio tramite la stessa organizzazione di yacht sharing.

L’altro lato di questa medaglia sono i benefici ritraibili dall’armatore che concede la propria imbarcazione per lo yacht sharing: questo lo aiuta ad ammortizzare o ad annullare tout court i costi connessi alla messa in acqua ed alla manutenzione della sua barca ed eventualmente a ritrarne un utile, con la certezza che la sua amata imbarcazione sarà trattata professionalmente con il massimo delle cautele. Inoltre questa soluzione offre uno scudo contro i vari redditometri o indici presuntivi di ricchezza che spesso sono un deterrente psicologico alla messa in mare della barca, ed attenua il senso di colpa che può affliggere il proprietari della barca che è per lunghi periodi al suo ormeggio e non va da nessuna parte.

Questa può essere anche la soluzione ideale per armatori che amano navigare fuori stagione. Ma vediamo meglio due casi pratici con l’aiuto di una tabella: 

2 Imbarcazioni del valore commerciale di € 200k e 500k

VANTAGGI PER L’ARMATORE

Valore Natante

Costo Gestione Annua

€200.000 €20.000
€500.000 €40.000
SHARING
Ricavo Quota Quote Tot. Entrate Provvigione Netto Armatore
€ 12.000 4 € 48.000 € 9.600 € 18.400
€ 24.000 4 € 96.000 € 19.200 € 36.800

 

VANTAGGI UTILIZZATORE

VALORE NATANTE

COSTO QUOTA NOLEGGIO IN ALTA STAGIONE
STESSO NATANTE
  SETTIMANA GIORNO
€ 200.000 € 12.000 € 11.000 € 2.000
€ 500.000 € 24.000 € 20.000 € 4.000

Note Tabella – Il risultato netto per l’armatore è da intendersi prima della eventuale tassazione (redditi diversi) e non considera l’eventuale incremento della polizza assicurativa per coprire tutti i rischi da noleggio. Al costo della quota, l’utilizzatore dovrà aggiungere i costi per la pulizia dell’imbarcazione dopo ogni settimana di utilizzo. Nei ricavi sono state considerate solo 4 quote per tenere conto di imprevisti e periodi di fermo barca per manutenzione o recuperi.

STAGIONE SHARING 2016
MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE
Sett. 18 Sett. 23
DAL 06 AL 12
Sett. 27
DAL 04 AL 10
Sett. 31
DAL 01 AL 07
Sett. 36
DAL 05 AL 11
Sett. 40
DAL 03 AL 09
SERVICE
Sett. 19
DAL 09 AL 15
SERVICE INIZIALE
Sett. 24
DAL 13 AL 19
Sett. 28
DAL 11 AL 17
Sett. 32
DAL 08 AL 14
Sett. 37
DAL 12 AL 18
Sett. 41
DAL 10 AL 16
Sett. 20
DAL 16 AL 22
Sett. 25
DAL 20 AL 26
Sett. 29
DAL 18 AL 24
Sett. 33
DAL 15 AL 21
Sett. 38
DAL 19 AL 25
Sett. 42
DAL 17 AL 23
Sett. 21
DAL 23 AL 29
Sett. 26
DAL 27 AL 03/07
SERVICE
Sett. 30
DAL 25 AL 31
Sett. 34
DAL 22 AL 28
Sett. 39
DAL 26 AL 02/10
Sett. 43
DAL 24 AL 30
SERVICE FINALE
Sett. 22
DAL 30 AL 05/06
    Sett. 35
DAL 29 AL 02/10
SERVICE
  Sett. 44

LA STAGIONE INIZIA IL 09 MAGGIO E TERMINA 23 OTTOBRE

CI SONO 4 QUOTE DA DIVIDERE PER LA STAGIONE PIU' UNA DI SERVICE/RECUPERO

RIPARTIZIONE QUOTE
PERIODO 1 PERIODO 2 PERIODO 3 PERIODO 4 PERIODO 5 ID. QUOTA/SETTIMANE
16/05 - 22/05 20/06 - 26/06 25/07 - 31/07 22/08 - 28/08 12/09 - 18/09 QUOTA " A/ Arancio "
23/05 - 29/05 13/06 - 19/06 04/07 - 10/07 01/08 - 07/08 05/09 - 11/09 QUOTA " B/ Gialla "
30/05 - 05/06 11/07 - 17/07 08/08 - 14/08 19/09 - 25/09 10/10 - 16/10 QUOTA " C/Azzurro "
06/06 - 12/06 18/07 - 24/07 15/08 - 21/08 26/09 - 02/10 17/10 - 23/10 QUOTA " D/Verde "
09/05 - 15/05 27/06 - 03/07 29/08 - 04/09 03/10 - 09/10 24/10 - 30/10 QUOTA " E/Bianca "


E’ di immediata evidenza come il costo della fascia di sharing (5 settimane) sia di solo il 20% maggiore del costo del noleggio per una singola settimana in alta stagione per lo stesso tipo di natante, rendendolo una formula appetibilissima per l’utilizzatore finale, e di come le entrate per l’armatore siano tali da permettergli anche di riservarsi una fascia pur mantenendo un utile, oltre a coprire tutti i costi di ormeggio e di manutenzione.



indietro
Seguici su

Seguici sul canale